Argomentativo

OGNUNO PUÒ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO MONDO

In occasione della Giornata della Terra, il 22 aprile, anche noi di Stoà vogliamo affrontare il tema ambientale ed ecologico, sempre più centrale nella vita di ognuno di noi.

La salute del nostro pianeta è essenziale per il benessere delle generazioni presenti e future. Tuttavia, mentre i problemi ambientali possono sembrare schiaccianti, è importante ricordare che anche noi possiamo fare la nostra parte per la salvaguardia del pianeta.

Per avere un’idea più precisa sull’andamento ecologico del nostro pianeta, sono stati creati numerosissimi indici con i quali possiamo confrontarci; uno di questi, che a parere mio è il più immediato e concreto, è l’Earth Overshoot Day. Si tratta di una data simbolica calcolata ogni anno, che rappresenta il giorno in cui l’umanità esaurisce tutte le risorse naturali rinnovabili che la terra può produrre in un anno. Per esempio, l’Earth Overshoot Day nel 2023 è stato il 15 maggio; da quel giorno in poi, l’umanità ha iniziato a consumare le risorse che si rigenereranno nel 2024. Nel cuore di molte comunità, inclusa quella di Busto Arsizio, si stanno sviluppando iniziative ecologiche che dimostrano che un cambiamento positivo è possibile.

Il comune di Busto Arsizio sta facendo passi importanti verso la sostenibilità. Programmi di riciclaggio migliorati, campagne di sensibilizzazione pubblica e investimenti in energie rinnovabili stanno trasformando la città rendendola sempre più ecosostenibile. L’adozione di pratiche sostenibili non solo riduce l’impatto ambientale, ma contribuisce anche a migliorare la qualità della vita per i residenti locali. Sono state attivate delle iniziative volte a sensibilizzare i cittadini, come ad esempio un programma che organizza la raccolta dei rifiuti abbandonati sul territorio, che prende il nome di Agenda del verde pulito 2024.

Vengono attuate anche delle campagne di sensibilizzazione ecologica nelle scuole, che sono strumenti essenziali per educare gli studenti sull’importanza della sostenibilità ambientale, promuovere comportamenti eco-friendly e soprattutto per salvaguardare il patrimonio comune delle generazioni future. Un esempio di queste campagne è il programma Green School, che mira a rendere le scuole ecologiche riducendo il loro impatto ambientale, attualmente a questo progetto aderiscono 735 scuole sul territorio italiano.

Sono state poste anche delle direttive europee, come il Carbon Border Adjustment Mechanism (CBAM), cruciali per affrontare le sfide ambientali su larga scala. Il CBAM mira a ridurre le emissioni di carbonio, incoraggiando così la produzione e il consumo sostenibili. Queste iniziative non solo sono volte a stabilire degli standard ambientali per la salvaguardia del pianeta, ma promuovono anche una concorrenza equa e responsabile tra le nazioni europee.

Anche volgendo lo sguardo ad entità private, possiamo notare che sono sempre più numerose le aziende che investono nel mondo della sostenibilità, producendo imballaggi biodegradabili, promuovendo la mobilità sostenibile con mezzi elettrici o in molti altri modi. Per esempio, molte multinazionali come Google, Microsoft e Apple stanno investendo nel campo ecosostenibile, cercando di ridurre le emissioni di carbonio dei loro server.

Ognuno di noi nel proprio piccolo può intraprendere delle azioni per ridurre la propria impronta ecologica e condurre una vita ecosostenibile. Ad esempio, possiamo rendere la nostra vita più green riducendo il consumo energetico e di acqua, utilizzando trasporti sostenibili e scegliendo prodotti eco-friendly e locali. L’impegno sia individuale che collettivo per la sostenibilità ambientale è cruciale per affrontare le sfide ecologiche del nostro pianeta, proteggerlo e garantire un ambiente sano per le generazioni future.

È essenziale che questa visione sia condivisa e supportata soprattutto dai giovani di oggi, poiché saranno il motore del cambiamento per il futuro dell’umanità.

Questo articolo, della rubrica “Le Penne di Stoà”, idea nata da giovani per i giovani, vuole essere un’occasione e un invito per venire a conoscere Stoà e tutti coloro che la frequentano tenendo a mente che i giovani hanno la responsabilità di alimentare e costruire la comunità pastorale per loro stessi e per i giovani del futuro.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi in programma